La crisi generata dalla pandemia acuisce la discriminazione in tutte le sue forme

La crisi generata dalla pandemia acuisce la discriminazione in tutte le sue forme: a partire dall’etnia, razza, religione, nazionalità, all’identità di genere e disabilità, perché l’incertezza aumenta la paura del “diverso”.

In un momento in cui la solidarietà tra gli uomini sarebbe un valido aiuto per sconfiggere il virus, che al contrario colpisce indistintamente, si ampliano le differenze di diritti e opportunità a seconda del genere, della razza e della classe delle persone.

In ambito lavorativo, ad esempio, si sono accentuate le differenze di genere, aggravando di fatto le disparità già esistenti tra uomini e donne, donne che si trovano a dover pagare il prezzo più alto della crisi, perché, in nome di uno stereotipo purtroppo molto radicato sul suo ruolo all’interno della famiglia, ne rimane irrimediabilmente schiacciata.




Mab Solution è contraria a qualsiasi forma di discriminazione promuovendo nelle aziende una politica organizzativa volta alla sensibilizzazione, formazione e informazione sul tema.

Il cambiamento epocale che sta investendo il mondo del lavoro e la vita delle persone pone una sfida che non può essere ignorata né rimandata dalle Istituzioni ma anche dalla società che si deve impegnare, ognuno per le proprie possibilità, per uno sviluppo che sia realmente sostenibile.

Mab Solution sostiene quella cultura del lavoro che promuove nuove regole e nuove priorità volte ad attuare quel cambiamento, quell’inversione di rotta, necessari per costruire un futuro basato su quei valori che oggi non abbiamo la coscienza nè la sensibilità di riconoscere fondamentali per la nostra stessa esistenza.


Condividi questa pagina sui social:
< Torna indietro